laura pavia

Sognare e Vivere dei propri sogni!

Archivio per la categoria “Poesia”

L’ultimo rameggio della sera

download (3)

Si è perso il mondo

che avevo sperato,

che sembra vestirsi

di stelle nei sogni,

ma che abita solo

naufraghi brandelli

nella cieca luce

del giorno.

Continua a leggere…

Contemplo

14504690_177894272674420_5419866054555860992_n

 

Contemplo il silenzio della luna

che quieto l’anima fa rabbrividire,

come la brezza al mattino sulla pelle

del mare. Continua a leggere…

images (7)

Polvere di luce

Smarrito è l’ormeggio

del mio fragile esistere:

briciole i miei passi

lungo uno straniero ciglio;

nel vento petali

le mie lacrime perdute

tra le vertigini

brine d’un incando erro. Continua a leggere…

Ninna nanna dei sogni

IMG_20151208_213554

Nell’ombra lenta ancor s’adagia

la scura brace della luna,

di memoria sicuro bivacco:

amaca culla del giorno

l’umida stella spenta della notte. Continua a leggere…

Riempiono il buio

3

Riempiono il buio,

nell’inciampo del silenzio,

grumi di memoria:

dalla spiaggia

infinito appariva il mare,

mentre l’onda

il suo lento andare

spezzava

alla carezza del vento. Continua a leggere…

mio_dipinto

Chicchi di neve

Chicchi di neve

come petali lievi

tra onde del cielo,

su e giù altalena

fino a stagni di fango. Continua a leggere…

Dune in polvere

dune

Tra raggi echeggiante

la mia voce;

in squarci di cielo,

il mio sguardo. Continua a leggere…

Cuori allo specchio

download (1)

Cuori allo specchio
su un foglio dipinti,
sillabe sciolte
di singhiozzi ingoiati,
lacrime asperse
da carezze rubate. Continua a leggere…

Riflesso di luna

images (6)
Riflesso di luna,
sfioro notturno di luce,
decoro di terra stuprata
in fiamme d’orgoglio;
fuoco superbo
d’umana specie,
d’indegna servitude,
ingrata sovrana. Continua a leggere…

La ricerca

images (4)– Hai mai commesso una pazzia? Qualcosa di istintivo e folle?

…. Silenzio.   

Lei resta lì a guardarlo, ferma. Lui alza le braccia impotente, la guarda, poi va via. Lei è sempre lì, non muove un muscolo, non un cenno, nello sguardo solo infinita tristezza, impotenza, sconfitta. Incapace di decidere della propria vita, ha lasciato che tutto scorresse da sé.

Al mattino si sveglia, ma le lenzuola  sono inanimate: lui non è lì … Ogni piega, ogni ombra in quel letto è un infinito smarrimento. Il sole delicatamente filtra attraverso la tenue fuliggine della notte. In un lento svestirsi, si dona al mattino: le loro dita si sfiorano intrecciandosi in mille sfumature, fino a diventare uno spettro luminoso che irradia tra le nubi colori tenui e profondi in tonalità stupende, che mai mano di artista sarà in grado di riprodurre, perché non esiste artista più geniale della natura.

Ma nei film e nei libri è sempre tutto così romantico …

da  Scritti, Laura Pavia

Onde

fiore

Lì dove il nulla,
buio e luce
si baciano,
lì l’impossibile
nella possibilità
muore …
Lì dove
l’onda dell’abisso
le sponde del mio coraggio
lambisce,
carezzando la sabbia dei miei sogni.

Laura Pavia

Tace

images (5)
Talvolta la propria interiorità si riempie di vita fuori.
Essa schiaccia emozioni e pensieri.
Ed essi affogano lì, in fondo.
Nella melma della incoscienza. Continua a leggere…

Navigazione articolo